2019 - DeejayFox Radio Station

+39 327.199.77.91
+39 391.45.93.654
Seguici su i nostri Social Network
Vai ai contenuti

"NICE TO MEET YOU"


Da un'idea di Mirko Greg, a partire dal 29 Gennaio 2013, un nuovo appuntamento nel quale Mirko e non solo, farà una chiaccherata piacevole, presentando piccole e grandi star del mondo dello spettacolo e personaggi curiosi. Gli appuntamenti non avranno date e giorni della settimana fissi, le puntate verranno rimandate in onda più volte durante il mese. Un modo per scoprire tante piccole curiosità come se foste a casa nel vostro salotto.
Non dimenticate di seguirci puntualmente su Facebook e sul Nostro sito per scoprire le date e gli ospiti degli appuntamenti Mensili.

_________________________________________________________________________________________

Giacomo Mencarini è un giovane imprenditore agricolo toscano di 34 anni che lavora materiali per bio architettura, nella fattispecie il bambù!
Inizialmente pensava di fare l'ingegnere per poi accorgersi, durante gli studi, di voler "usare le mani" quindi lascia la facoltà di ingegneria civile a pochi passi dalla fine e inizia a frequentare corsi pratici di costruzione con materiali naturali e tecniche diverse. Con particolare interesse segue il corso semestrale in Bioarchittettura a Firenze, trovando così la sua strada.
La sua vera avventura inizia quando a Lucca incontra, ad un workshop organizzato dall'Associazione Italiana Bambù, un signore che aveva un terreno con una "pianta infestante" con la quale non sapeva che fare.
Da qui il Bambuseto in Versilia, una gestione, insieme ad altri amici, che da passione senza un obiettivo si trasforma nel tempo in impresa. Dapprima vendendo le canne e realizzando oggetti e strutture, fino ad oggi con vere e proprie creazioni di arredamento di spazi interni ed esterni. Opere uniche e originali.
L'azienda gestisce un bosco di bambù dalla coltivazione alla lavorazione. Una pianta generosa le cui canne crescono di 15 metri ogni due mesi facendone quindi un prodotto rigoglioso e sempre a disposizione. Le canne ricavate possono differenziarsi per età, dimensioni, colore. Ad esempio la canna è di colore verde quando è viva e a secondo dell'esposizione impiega diversi mesi per diventare secca, le tonalità possono essere varie e le sfumature vanno dal viola, marrone, arancio.
Il Bambuseto, realizza strutture sia utilizzando le canne intere, sia quelle a strisce. Dagli oggetti di uso quotidiano, come un amplificatore per cellulari, al bamboo tower una torre di bambù alta 8 metri, una sfida attraverso la quale mostrare le capacità strutturali delle proprie canne, questo e tanto altro ancora grazie all'utilizzo del bambù, un materiale estremamente versatile e molto usato all'estero, non costoso e soprattutto sostenibile che con la sua varietà e originalità permette di adattarsi a vari usi.
Un nuovo modo di unire, quindi, la natura al design utilizzando la bioarchittettura, questo è il Bambuseto di Giacomo Mencarini.

_________________________________________________________________________________________

Marco Cupri – Biografia
Un po' per necessità ed un po' per questa mia inesauribile voglia di mettersi in discussione , nel 2009 nasce questo progetto solista che a livello musicale non aggiunge nulla di originale ma che dal punto di vista personale rappresenta una rivoluzione...
In pochissimi anni riesco a far piu’ di 160 date in giro per l’Italia e all'estero riuscendo a organizzare un minitour a Parigi ( Francia ).
Salgo su molti palchi ( alcuni molto famosi quali Carroponte , Serreglio , Magnolia e Tambourine ) e ho l’onore di aprire a molti artisti tra quali Tricarico ,  Cristiano Godano ,Perturbazione , Paolo Benvegnu’ , Dente , Massimo Zamboni , Nicolo Carnesi , Dimartino , Fabrizio Coppola , Alessandro Raina ( leader Amor Fou ) , Giuliano Dottori , Henry Padovani ( ex Police ) , Giuradei , Cesare Basile e Alessandro Fiori.
Nel Luglio 2014 viene pubblicato il video di “FIUME DI CAFFE’” nel canale ufficiale ( www.youtube.com/marcocrupitv ).
Nel Febbario 2016 viene pubblicato l'album d'esordio "NULLA DI IMPERSONALE".
Il singolo che precede l'uscita è " LA CRISI E' FINITA ".
Il video del singolo " LA CRISI E' FINITA " è stato girato dal regista Andrea Basile che ha collaborato con artisti come Ligabue , Tiziano Ferro e molti altri.
Nel Dicembre 2018 vede la luce l'EP " UN 'ESTATE SENZA MONDIALI " composto da sei brani.
Come per l'album d'esordio partecipano alle registrazioni Giampy Pozzi ( tastiere & basi ) e Aurelio Crisà ( chitarre ) .

_________________________________________________________________________________________

Luca Bonaffini
Compositore di musiche e autore di testi per canzoni, Luca Bonaffini si è affermato intorno alla fine degli anni 80 come collaboratore fisso di Pierangelo Bertoli, firmando per lui molti brani in album di successo, tra le quali Chiama piano, all'interno dei quali compare anche come cantante, armonicista e chitarrista.
Altre canzoni sue sono state interpretate anche da Patrizia Bulgari, Flavio Oreglio, Sergio Sgrilli, Fabio Concato, Nek, Claudio Lolli e ha scritto testi teatrali insieme a Dario Gay ed Enrico Ruggeri.
Ha pubblicato, come cantautore, diversi album aventi un unico filo conduttore, affrontando tematiche impegnate e sociali; ha vinto il premio Rino Gaetano (1988) Targa critica giornalistica e il Premio Quipo (1999) al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (miglior progetto multimediale); ha partecipato al Festival del Teatro Canzone - Premio Giorgio Gaber (2005) e due volte al Premio Tenco (edizioni 2008 e 2012).
Nel 2013 ha debuttato come scrittore con il libro La notte in cui spuntò la luna dal monte (edito da PresentArtSì), ispirato al suo incontro con Pierangelo Bertoli. Nel 2015 Mario Bonanno ha pubblicato un libro dedicato ai suoi trent'anni di carriera, intitolato La protesta e l'amore. Conversazioni con Luca Bonaffini (edito da Gilgamesh editrice)".
Nel marzo del 2018 ha costituito la Long Digital Playing Srls., una società a responsabilità limitata, etichetta discografica, edizioni musicali, centro di progettazione, consulenza e organizzazione artistica. La mission di LDP è quella di offrire al panorama della discografia italiana e internazionale uno strumento di dialogo tra il mercato e gli artisti, dotandosi di mezzi per poter produrre, promuovere e distribuire progetti musicali sia tramite supporto fisico (CD, vinile etc) sia attraverso le piattaforme digitali.

_________________________________________________________________________________________

Mario Cottarelli, nato a Cremona nel 1956, si è laureato in Scienze Biologiche all’università di Pavia nel 1982. Dal 1983 ha lavorato al quotidiano cremonese La Provincia, dove ha esercitato soprattutto la mansione di correttore di bozze e successivamente ha svolto il compito di archivista e impiegato. Parallelamente si è dedicato alla musica, essendo pluristrumentista e compositore: negli anni 80 –periodo in cui ha avuto collaborazioni con Claudio Simonetti e Ivana Spagna – alcune sue canzoni di genere dance sono state pubblicate, oltre che in Italia, in vari Paesi europei (tra cui Germania, Francia, Gran Bretagna) e in seguito si sono fatte conoscere nell’America latina. A partire dagli anni 90 ha composto molti brani per orchestre da ballo e infine ha inciso da protagonista (nel 2007 e 2011) due Cd di genere progressive-rock, che gli hanno procurato la menzione nel libro “Rock progressivo italiano 1980-2013” di Massimo Salari (ed. Arcana). Vive attualmente a Brescia. Con “Parliamo di parolacce senza dire parolacce” è alla sua prima esperienza letteraria.

_________________________________________________________________________________________

Gli WA nascono nel 1998 dalla collaborazione artistica dei due membri fondatori Roberto Cosimi( pianoforte e tastiere ) e Paolo Palazzoli, in arte Eono, ( voce, basso elettrico, chitarra acustica, chitarra elettrica ), entrambi prolifici compositori ed autori. La loro prima produzione musicale, curata in studio da Feyez (Elio e Le Storie Tese), è un progetto multietnico di world music, Zoque Kpolé (Forrest Hill), che comprende i brani "Tree Ages In One", "Vuela Libre" e "Egg - Messaggio All' Umanità. Poi segue nel 2003 "Welcome To Atlantis" ( Universal ), con la collaborazione di Max Dedo, che condividerà poi con gli WA la realizzazione del CD di world-jazz "Atmomy" ( Forrest Hill- 2005 ). Dal 2003 al 2006 Roberto Cosimi compone e produce due opere di piano solo, il poema pianistico "La Danza Dell' Angelo" ( MAP, Feltrinelli ) e "Contemporary Classical Piano Works Vol. 1", distribuito da Diladdarno.
Mentre Paolo Palazzoli ricerca sonorità elettroniche che caratterizzeranno alcune delle sue composizioni presenti nell’ album “ Blue Thinking”, in prossima uscita, vantando anche la collaborazione del cantante anglo-giamaicano Mozez Wright, ex front man della band Zero 7, a capo dell’etichetta indipendente inglese Numen Records con la quale esce l’album “Blue Thinking”. Dal 2008 al 2011 gli WA si dedicano alle impegnative scritture delle musiche e dei testi dell' imponente opera rock "PEACEGAMES" ( distribuita da Artist First ), in cui parteciperà per la prima volta con loro il batterista Elia Micheletto, il quale vanta nel suo curriculum anche un master con Mike Mangini (Dream Theatre) al Barklee College of Music, e il cui personale stile, la sua alta preparazione tecnica unite ad una preziosa sensibilità artistica, porteranno Cosimi e Palazzoli a volere realizzare con lui il CD per trio "Archangel" ( Videoradio - 2016 - SELF ). Hanno svolto attività concertistiche in molti teatri d' Italia, Blue Note di New York, diversi tour multietnici nel centro e sud Italia, 55th Bar di New York, Wally's Café NYC, Lugano jazz Festival, Locarno Jazz Festival, Sculler Jazz Club NYC, tour Isole di Capoverde, Festa Europea della Musica di Roma, molte edizioni del “Panino Day“ con “Elio E Le Storie Tese”, “Jazzart Festival Crema”.
Vantano collaborazioni di artisti importanti come: Mauro Pagani, Shell Shapiro, Enzo Jannacci, Omar Hakim, Irene Grandi, Claudio Rocchi, Horacio"El Negro"Hernandez, Giorgio Faletti, Simona Bencini, Demo Morselli, Feyez, Gabin Dabiré, David Tayrault, Massimo Altomare, Menphis Horn, Daniele Comoglio, Laurent Digbeu, Marina Conti, Mozez Wright.

_________________________________________________________________________________________

COSIMO CAROLEO

Un passato da tastierista, cantante e turnista in diverse realtà del panorama underground della scena torinese degli anni novanta, poi un decisivo cambio di rotta e di esperienze nella musica antica e barocca ed in seguito anche alla regia teatrale e la scrittura di musiche di scena. Infine, la decisione di lavorare esclusivamente da dietro le quinte collaborando con altri artisti trascrivendone spesso i dischi.
L’incontro con il chitarrista Enrico Fornatto (Alberto Fortis) rappresenta un ritorno al piacere di vivere il palco in prima persona, intraprendendo un rapporto di collaborazione alla scrittura e l’arrangiamento di brani inediti, in veste di cantautore. I testi dei brani che prendono forma hanno l’impronta stilistica e poetica della canzone d’autore, ma con una veste dai richiami pop.

_________________________________________________________________________________________

Ho iniziato ad occuparmi di politica con la convinzione che le donne, ciascuna con le proprie competenze, possano portare una visione più attenta agli aspetti quotidiani della vita.
Il bilancio del lavoro svolto come Consigliera alla Circoscrizione 10 di Torino dal 1997 al 2001 è quello relativo alla IV Commissione che si occupa di Assistenza e di rapporti con la Sanità. Le iniziative promosse sono state numerose: soggiorni estivi destinati a persone disabili e anziani autosufficienti e non, rilevamento delle barriere architettoniche nel quartiere, corsi per volontari, incontri informativi rivolti agli anziani (alimentazione, organizzazione dei servizi sanitari e socioassistenziali) e alle donne, per citarne solo alcune. Proprio con la collaborazione di alcune donne di Mirafiori sud ho avviato il Progetto Spazio Donna 10, che ha avuto l’obiettivo di permettere alle cittadine una maggiore partecipazione alla vita della propria Circoscrizione e contemporaneamente di offrire loro nuovi servizi, fra i quali ha riscontrato parecchio successo il servizio gratuito di consulenza legale.
Come Consigliera Comunale di Torino dal 2001 al 2011, uno degli obiettivi principali ha continuato a essere quello di occuparmi delle tematiche relative alle politiche sociali, insieme a quelle ambientali e ai servizi pubblici locali.
Nel primo mandato, dal 2001 al 2006, sono stata Presidente della Commissione Pari Opportunità. Ho lavorato per introdurre l’approccio di genere in tutte le politiche della città, a partire dalla redazione del bilancio di genere. In particolare, un’iniziativa significativa che ho promosso è stata l’Osservatorio delle pubblicità offensive.
Nel secondo mandato, sono stata nei primi due anni Presidente della Commissione Ambiente e poi sono diventata capogruppo del gruppo di Sinistra Democratica, nato dopo la nascita del Partito Democratico a cui non ho aderito.
Nell’aprile 2010 sono stata eletta Consigliera Regionale per Sinistra Ecologia Libertà con Vendola. Nello stesso anno sono entrata a far parte della segreteria nazionale di SEL, assumendo la delega a Diritti e cittadinanza.
Nella precedente legislatura, la nona, in totale ho presentato 240 atti di cui sono prima firmataria: 11 Proposte di Legge, 184 Interrogazioni e 45 Ordini del Giorno. In particolare, sono risultata la consigliera che ha presentato più interrogazioni rispetto a tutti gli altri componenti del Consiglio regionale. Ho spesso cercato di utilizzare lo strumento dell’interrogazione regionale come grimaldello utile ad aprire spiragli nelle trattative a difesa del posto di lavoro dei cittadini e cittadine piemontesi. Una legislatura che è stata anche il periodo più travagliato della Regione Piemonte, colpita da una serie di vicende giudiziarie che ne hanno minato la credibilità, mentre io ho potuto dimostrare trasparenza e onestà, con le quali opero da sempre in politica, anche davanti alla magistratura. Questo per me è un vanto che desidero rimarcare.
Adesso sono assessora regionale per la Giunta Chiamparino. Mi occupo di Pari Opportunità, Diritti Civili, Diritto allo Studio, Politiche giovanili, Immigrazione, Cooperazione decentrata e Diritti dei Consumatori. Temi che da sempre sono al centro del mio impegno politico e civile; e come sempre lo sto facendo con dedizione e impegno.
Particolare attenzione continuo a riservare al quartiere di Mirafiori sud, dove tuttora abito, sia segnalando problemi circoscritti, sia verificando l’andamento dei progetti del Comune sul nostro quartiere, in collaborazione con la Circoscrizione 10.
Questa attività mi ha consentito di sperimentare praticamente il “fare politica”.

_________________________________________________________________________________________

Nel 1969 entra a far parte del cast fisso del Folkstudio, dove ha modo di proporre le sue canzoni e dove conosce altri giovani cantautori come Ludwig, Edoardo e Stelio, ed i più giovani Francesco De Gregori, Antonello Venditti e Giorgio Lo Cascio.
È appunto con questi ultimi tre che nel 1971 si unisce nel gruppo I giovani del folk (anni dopo Venditti ricorderà quest'esperienza nei versi iniziali della canzone Notte prima degli esami, e Bassignano scriverà un libro, Canzoni pennelli bandiere supplì con il racconto delle vicende di quel periodo); quando Venditti e De Gregori firmano con la It, Bassignano ha lasciato in secondo piano la canzone perché è diventato operatore culturale nel settore stampa e propaganda del Partito Comunista Italiano.
Il suo debutto come cantautore solista avviene con un Ep pubblicato proprio dal Partito Comunista, e quindi distribuito fuori da quelli che sono i normali canali della promozione discografica; esce poi un disco successivo, pubblicato dalla Picci, piccola etichetta fondata dal paroliere Giuseppe Cassia.
Nel 1973 firma con la Ariston, che a luglio pubblica il suo primo album, Ma...: si tratta di un disco dal forte contenuto politico e militante, che Bassignano presenta in vari concerti effettuati soprattutto per le organizzazioni extraparlamentari di sinistra; nel disco sono inoltre presenti tre delle quattro canzoni dell'EP, e cioè Compagno dove vai , Veniamo da lontano (che Bassignano presentava già al Fokstudio), e Compagni compagni, reincise per l'occasione.
Le vendite non sono molte; va meglio il secondo album, Moby Dick, questa volta inciso per la RCA Italiana, che contiene una canzone dedicata al cantautore cileno Víctor Jara(ucciso durante il golpe dell'11 settembre), mentre la title track è un duro attacco alla Democrazia Cristiana.
L'album è seguito da un 45 giri pubblicato due anni dopo; in questo periodo partecipa inoltre alla seconda edizione del Premio Tenco, ed allo spettacolo Domenica musica da cui l'RCA trae il disco collettivo Trianon '75.
Passa poi alla It di Vincenzo Micocci: per questa casa discografica si dedica all'attività di produttore scoprendo e lanciando, tra gli altri, Sergio Caputo.
Dal 1980 inizia anche la carriera di intrattenitore radiofonico, conducendo molti programmi in Rai, e quella di critico musicale presso Paese Sera.
Non abbandona però l'attività di cantautore, continuando ad incidere album come D'Essai (che nel retro copertina presenta una bella foto di Bassignano con Venditti, Lo Cascio e De Gregori; album in cui suonano, tra gli altri, Massimo Buzzi, Luciano Ciccaglioni, Arturo Stalteri, e Dino Cappa), Bassingher e La luna e i falò; in quest'ultimo torna a collaborare con De Gregori, che suona l'armonica a bocca nel brano Stelle da rubare, già pubblicato due anni prima su 45 giri. Gli arrangiamenti sono di Alberto Antinori, dal 1976 musicista al fianco di Bassignano. A Radio-Uno-Rai, dal 1999 al 2011, ha presentato, insieme al giornalista sportivo Ezio Luzzi, la trasmissione di satira sociale Ho perso il trend.
Dal 19 settembre 2011 Ernesto Bassignano è in onda sull'emittente radiofonica romana Radio Città Futura con la trasmissione Radio bax, nel paese degli struzzi.
Nella stagione 2012-2013 conduce sempre su Radio Città Futura la trasmissione Rodeo insieme con Pierluigi Siciliani.
Nella stagione 2014-2015 Bassignano torna a condurre Rodeo sempre con Pierluigi Siciliani detto Piji, sempre dal lunedì al venerdì su Radio Città Futura.
Fonte WikiPedia.org

_________________________________________________________________________________________

Immaginazione e Lavoro è un Ente di Formazione che da oltre 20 anni offre servizi formativi e orientativi di alto profilo modulati sulla base delle diverse esigenze delle aziende, delle persone e del territorio. Ci proponiamo come partner delle aziende per attivare opportunità di finanziamento per la formazione e per agevolare l'inserimento del personale. Promuoviamo corsi per occupati, disoccupati e apprendisti.
Siamo accreditati dalla Regione Piemonte e da Regione Lombardia per l'erogazione di attività formativa ed orientativa finanziata tramite fondi pubblici. Siamo inoltre accreditati dai maggiori Fondi Paritetici Interprofessionali. Eroghiamo servizi per la formazione aziendale obbligatoria, generale, di aggiornamento e tecnico specifica per il personale dipendente e dirigente.
Approfondiremo tutte le attività trattate dall' Associazione insieme a Daniele Santini con illustri ospiti!

_________________________________________________________________________________________

Noto al grande pubblico per la trasmissione televisiva Zelig, è laureato in Scienze Biologiche con specializzazione in Ecologia. Appassionato insegnante di scienze e matematica, ha abbandonato la docenza per dedicarsi a un’eclettica attività artistica al confine tra teatro, cabaret, musica e scrittura. Musicista, attore, cultore del Teatro Canzone, si esprime da sempre coniugando riflessione e umorismo, satira e poesia, pensiero e impegno civile. La sua produzione artistica si articola attraverso progetti multimediali e pluriennali che dal 1985 ne caratterizzano l’attività. Dopo gli Scritti giovanili (1976 – 1977) e l’opera prima Ridendo e sferzando (1985 – 2000) diventa un caso editoriale (due milioni di copie vendute) con la trilogia de Il momento è catartico (2000 – 2005) cui faranno seguito Siamo una massa di ignoranti parliamone (2005 – 2010) e Storia curiosa della scienza (2011 – 2015). Nel 2015 ha sospeso i lavori per celebrare il “Trentennale on stage”. L’attività è ripresa, su nuove basi, nel 2019. Parallelamente all’attività artistica personale, dal 2000 ha costituito e coordina il Centro Studi Musicomedians (www.musicomedians.it) dedicato alla ricerca sulla storia del cabaret e alla riproposta dello spirito originario del genere. Dall’attività del CSM è nato l’Archivio Storico del Cabaret Italiano (www.archiviocabaret.it) che ha sede a Peschiera Borromeo con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.
 
Oreglio ha raccontato nel dettaglio la sua storia nei due volumi della sua “UNA VITA CONTROMANO – AUTOBIOGRAFIA NON AUTORIZZATA” pubblicati da Primula Editore di Voghera (PV) in occasione del Trentennale.
 
Potrai ascoltare l'intervista Mercoledì 29 alle 18.30 (vedi Palinsesto)

_________________________________________________________________________________________

Concetta Caruso, in arte Matilde, nata il 22/02/1979. Diplomata in ragioneria nel 1998, ha sempre avuto una passione per la musica in generale.
 
Fin da piccola si esibiva durante le feste parrocchiali. All’età di 19 anni e per circa tre anni è andata ad abitare in Liguria, in un paesino chiamato Vallecrosia, nei pressi del confine con Ventimiglia.
 
Per quanto riguarda lo studio musicale non è stata molto costante: ha frequentato diverse scuole tutte per qualche periodo. Per riassumere, citiamo la Scuola di Musica Pergolesi di Vallecrosia, con l’insegnante Giulia Betti, e Musicopoli e Comusicazione di Rozzano, con l’isegnante Laura Quartieri.
 
Si è esibita in diverse piazze e concorsi, tra i quali citiamo “Stelle Nascenti d’Italia” di Paola Abile e il “Festival di Vittuone” di Giovanni Bruno. Ha partecipato due volte ad Area Sanremo, con i brani “Lasciami Andare” e “Volo via” presenti nel suo secondo EP. Conta due EP ed un singolo: gli album “Più forte di te”, “Cambia il vento” ed il singolo “Lui vuole te”. Sono stati registrati in diversi studi, tra i quali possiamo citare Overdrive Studio di Via MacMahon a Milano, con Paolo Faldi, e Il Mono Studio di Porta Ticinese, ora in via Baldo degli Ubaldi, con Matteo Sandri.
 
Il primo EP è stato interamente arrangiato da Paolo Faldi, mentre il secondo EP ed il singolo sono stati arrangiati da Antonio Petruzzelli. Gli ultimi due CD fisici sono stati curati graficamente da Matilde stessa.
 
Matilde ha un canale Youtube, che si chiama Caruso Concetta, su cui sono presenti dei video, uno dei quali, “Cambia il vento”, viene diretto e montato interamente da lei stessa. I video sono così promossi anche all’estero. Inoltre è presente una pagina Facebook, diretta e promossa per lo più all’estero.
 
Le tracce audio sono su tutte le piattaforme musicali on-line. Tre tracce del secondo EP sono presenti all’interno del primo CD di Natale “Emotion in the Voice – Christmas”, di CasaFox.
 
Attualmente Matilde è in lavorazione al video del suo ultimo singolo, “Lui vuole te”, e inizia a produrre nuovi brani per la prossima produzione.

Potrai ascoltare l'intervista Giovedì 30 alle 21.00 (vedi palinsesto)


_________________________________________________________________________________________

Paolo Farina ha esordito nella musica scrivendo il testo di "Al mancato compleanno di una farfalla", celebre brano dei Maxophone, uno tra i più grandi gruppi del panorama Prog Italiano.

“Canzoni in Blues” è il titolo dell'ultimo lavoro discografico di PAOLO FARINA, uscito il 30 Marzo 2018 per l'etichetta “Il Popolo del Blues” (collegata alla omonima gloriosa rivista musicale), con distribuzione fisica e digitale di Audioglobe. L'album contiene 10 brani in italiano (tranne uno in dialetto pugliese) e vede la partecipazione come arrangiatore e strumentista Sebastiano Lillo che, insieme alla sua partner musicale Angela Esmeralda, nel 2015 è stato scelto per rappresentare il blues italiano negli Stati Uniti, in una grande kermesse annuale di blues internazionale.

VALLONE [*] è il nome del penultimo progetto musicale di Paolo Farina.... leggi tutto

Potrete ascoltare l'intervista Mercoledì 20 alle ore 15.00 e in replica Sabato 23 alle ore 17.30!

_________________________________________________________________________________________

Elena Cerutti è medico specialista in medicina interna e d’urgenza. Lavora in un grande ospedale torinese. Ha vinto, in età giovanile, il Premio Bardesono, sezione ragazzi, con un suo racconto. Ha frequentato corsi di scrittura presso la Scuola Holden e l’associazione Babelica e collabora al blog “Biblioteca anonima narratori”. È socia dell’associazione medici scrittori italiani AMSI, di cui cura il sito web. Il suo primo romanzo, “Lo sconosciuto”, è stato finalista al premio Mario Soldati del 2012 e viene selezionato per la trasmissione Masterpiece. Si è inoltre aggiudicata il premio della giuria GueCi (Un libro amico per l’inverno, 2015) e una menzione d’onore al premio “Cesare Pavese” (2015). Ha inoltre scritto i racconti: All’ultimo respiro (per l’antologia “Una splendida giornata di sole: sette racconti per un giorno”, ed. Libro/Mania 2015), Il ragazzo difficile (per l’antologia: “Il ratto di Proserpina”, ed. Libro/Mania 2016), Ricordo bene quel giorno (per l’antologia di racconti brevi, AMSI, ed. Lamusa 2016) e la lirica Ultimi attimi d’estate (per l’antologia: “Il senso della vita”, ed. dell’Ariete 2017). Il cappello di Mendel è il suo secondo romanzo.

Potrete ascoltare l'intervista Mercoledì 27 alle ore 15.00 e in replica Sabato 2 Marzo alle ore 17.30!

_________________________________________________________________________________________

Mark Harris è un tastierista statunitense. è nato infatti in Connecticut, a Meriden, e si trasferisce in italia verso la fine degli anni 60. Grazie anche alla sua famiglia e ad un ambiente pieno di musica, Mark si avvicina alla musica attraverso lo studio del pianoforte classico e, più tardi, spazierà in altri generi musicali, fino ad arrivare al rock e al jazz.
In Italia continua a lavorare nell'ambito della musica, collaborando con alcuni artisti della musica leggera italiana e dal 1974 al 1975 ha fatto parte dei Napoli Centrale di James Senese, uno dei più importanti complessi del panorama della musica jazz-rock degli anni '70.
Artista molto prolifico, negli anni Mark collabora in molte produzioni dei più grandi nomi della musica italiana, e non solo: Fabrizio De Andrè, Edoardo Bennato, Toni Esposito, Antonella Ruggiero, Laura Pausini, Sergio Caputo, Eros Ramazzotti, Giorgio Gaber, Skiantos, Massimo Riva, Mia Martini, Enzo Jannacci, Pino Daniele, Roberto Vecchioni, Claudio Chieffo, Eugenio Finardi, Renato Zero, Al Jarreau, Dee Dee Bridghewater e Randy Crawford sono solamente alcuni di questi nomi.
Arriva a DeejayFox Radio Station portando tantissima allegria e moltissimi aneddoti della sua carriera musicale per questo Nice to Meet You in compagnia di Mauro e Daniele Magro.
E, speriamo, non finisce qui....

In onda Mercoledì 20 ore 15 e in replica Sabato 23 Marzo alle 17:30!


_________________________________________________________________________________________

Torna ai contenuti